CHE MONDO LASCEREMO AI NOSTRI FIGLI?

CHE MONDO LASCEREMO AI NOSTRI FIGLI?

Ieri era il compleanno di Daniele. Mi ha chiesto con lo sguardo da gatto con gli stivali “Ti pego mamma tonniamo a Paigin”. Lui quella vacanza a Disneyland Paris a giugno 2015 se la ricorda bene. Almeno una volta a settimana dice che gli manca tanto. Di solito rispondo “ci pensiamo” per stare sul vago, per non dire no ma senza sbilanciarmi. Ieri gli ho detto che, chissà, forse a settembre prima di ricominciare la scuola avremmo potuto andare.

Ieri 5 ore più tardi l’orrore dilagava nuovamente a Nizza.

Una giornata d’estate, una giornata di festa, i fuochi d’artificio, le risa e lo stupore di bambini con le loro famiglie. Il sorriso dei passanti sconosciuti ma con cui condividi il momento felice. Poi gli spari, le urla, la gente corre, fugge muore.

Stamattina sono paralizzata dalla paura e dall’orrore. Non riesco a concentrarmi. Oggi li ho tenuti a casa entrambi, li guardo giocare, ridere, litigare. Mi chiedo se sapranno un giorno che non era questo il mondo che mi auspicavo per loro. Non era questa vita di paura che speravo avrebbero  vissuto. Perché ho paura e noi a “Paigin” non ci torneremo non certo a breve. Che mondo lasceremo ai nostri figli? Che vita gli si prospetta? Più passa il tempo più temo di non voler conoscere le risposte.

Se lo scopo è paralizzare con il terrore con me ci sono riusciti. Non voglio insegnare ai miei figli a vivere una vita a metà braccati dal timore, ma a nemmeno a vivere metà vita. Abbiamo una sola vita troppo breve per essere vissuta nel terrore ma anche solo una perché ci venga strappata così insensatamente.

Non so ancora cosa penserò quando riuscirò a scuotermi da questo senso di impotenza e impedimento, da questa sensazione di “stuck in the middle” tra il fare e il sopravvivere. So che per oggi me ne starò in casa abbracciando i miei bambini, mangiando sul divano e guardando cartoni senza orari, senza “sbrigati che è tardi” o “corri che ho da fare”. Domani la vita e il tempo ricominceranno a scorrere. Domani.

Firma

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open chat
1
Hai bisogno di aiuto? Scrivimi!
Ciao, sono Elisa... e non sono un bot. Dietro a La Libellula Ecobio ci sono proprio io!
Se hai bisogno di aiuto o di una consulenza sono a tua disposizione. Puoi scrivermi qui oppure mandarmi un messaggio su WhatsApp al numero 0536/1856552.
Riceverai anche gli aggiornamenti sulle prossime novità.
Mi raccomando ricordati di indicarmi nome e cognome così posso aggiungerti in rubrica e ricordarmi di te!